Asparagi ? … Si, ma grigliati

Asparagi ? … Si, ma grigliati

Oggi, finalmente, al mercato ho trovato di nuovo gli asparagi, i delicati frutti dell’asparagus officinalis, verdi, bianchi o violetti, che si distinguono soprattutto in base alle variazioni di coltivazione e di sapore, gli ortaggi deliziosi, che annunciano il ritorno della primavera, gustosi e teneri, da assaporare esclusivamente nel periodo, che va da aprile all’ inizio dell’estate, rispettando così la stagionalità e che, per le caratteristiche che possiedono, possono considerarsi degli alimenti assolutamente equilibrati dal punto di vista nutritivo, che aiutano a disintossicare il corpo, perché ricchi di vitamine e sali minerali, che servono, a migliorare le funzioni renali, rimuovendo i sedimenti, svolgendo una funzione diuretica e purificante e utili, persino, ad allontanare la depressione e a contrastare la cellulite.

Gli asparagi, infine, sono anche un alimento davvero povero di calorie, ne contengono, infatti, solo circa 25  per ogni 100 grammi, contengono molte fibre, carotenoidi, noti per la loro azione antiossidante e protettiva delle mucose e della pelle e vitamina C, quasi 25 mg. in un etto, vitamina B e molti sali minerali, tra i quali calcio, fosforo e potassio e acido folico, una sostanza molto utile per le cellule dell’organismo e per la sintesi delle proteine, praticamente ideali anche nei regimi dimagranti o disintossicanti.

asparagi

asparagi

Attenzione, però, quando acquistiamo gli asparagi, infatti, per assicurarci, che siano freschi, dobbiamo verificare, che siano duri, che si spezzino, senza piegarsi, che non siano legnosi o dal colore verde spento, infine, altrettanto importante è anche il metodo di cottura, infatti, solo sottoponendo gli asparagi preferibilmente a brevi cotture, come ad esempio, la cottura al vapore o alla griglia, o, persino, utilizzandoli da crudi, tagliati a piccoli pezzi, da unire alle insalate di stagione, potremmo essere certi di averne preservati intatti il sapore e la consistenza.

Ma, allora, come si preparano gli asparagi ?

Prima di tutto dobbiamo poggiarli su un tagliere, per eliminare soltanto la parte finale e più legnosa del gambo, poi, dopo averli lavati bene sotto l’acqua corrente, raccogliamoli in un mazzetto, legato con lo spago da cucina, in modo da poterli cuocere in piedi, grazie all’effetto del vapore, in una pentola alta, piena di acqua bollente, lasciando solo le punte fuori dall’acqua, per circa 10-15 minuti, o, altrimenti, proviamo anche a cucinare i nostri asparagi alla griglia, mettendoli su una piastra di ghisa, già cosparsa di sale, pennellata con olio evo e diminuendo a soli 5 minuti il tempo di cottura previsto in pentola.

Basterà poi condirli solo con olio evo, succo di limone e una macinata di pepe nero, per gustare pienamente la primavera.

Tendenze culinarie, cucina gourmet e food news per una raffinata cucina prêt à manger!

Ricette Correlate

Translate »