Zuppa di cozze del giovedì santo

Zuppa di cozze del giovedì santo

Aggiornata il 07 aprile 2020

La zuppa di cozze è un piatto semplice, ma saporito, che a Napoli si prepara il giovedì santo, in ossequio ad una antica tradizione, introdotta pare da Ferdinando I di Borbone.

Pochi ingredienti cozze, salsa forte di peperoni e freselle bastano a preparare la versione più semplice di questa zuppa, ma, per chi preferisse un piatto più sostanzioso, altre ricette prevedono l’aggiunta dei tentacoli di polpo verace lessato e dei maruzzielli, ossia delle lumachine di mare.

La ricetta originale, tuttavia, della zuppa di cozze si prepara con un soffritto di aglio e olio piccante, a cui vanno aggiunti, secondo il proprio gusto, dei pomodori pelati.

Questa, infatti, è la vera ricetta della zuppa di cozze, preparata apposta per Ferdinando I di Borbone.

Il re delle Due Sicilie, infatti, per non disobbedire all’ammonimento sul digiuno, imposto dal padre domenicano Gregorio Maria Rocco e rinunciare alla prelibatezza dei mitili, di cui era ghiotto, il giovedì santo dette ordine ai propri cuochi, di cucinare per pranzo una semplice zuppa di cozze, condita con pomodoro e salsa forte di peperoni e servita su freselle intrise con acqua di mare di Posillipo.

Ma talmente buona, che da allora la zuppa di cozze è entrata, a far parte dei piatti tradizionali della cucina napoletana, anche grazie alla lettura simbolica di tutti i suoi ingredienti, riuniti in questo piatto, gustoso e saporito.

I frutti di mare, infatti, rappresentano con le loro valve l’elemento femminile e i peperoncini, spezie della passione per eccellenza, con la loro forma a cornetto rappresentano l’elemento maschile, simbolo di abbondanza e fortuna.

Sacro e profano dunque uniti in questa zuppa di cozze, per rispettare il digiuno quaresimale con un piatto frugale a memoria dell’ultima cena di Gesù, utilizzando ingredienti simboli della rinascita pasquale e dell’eros.

zuppa di cozze


RICETTA

PIATTO PRONTO IN 30 MINUTI

PORTATA: PIATTO UNICO

Ingredienti per 4 persone:

per la zuppa di cozze:

  • 2 chili di cozze
  • 2 spicchi di aglio
  • 100 gr. di olio piccante ai peperoni*
  • 100 ml. di olio extravergine
  • 400 gr. di pomodori pelati (facoltativo)
  • prezzemolo

per l’olio piccante di peperoni:

  • 3 spicchi di aglio;
  • 200 gr. di concentrato di peperoni piccanti;
  • mezzo lt. di olio extravergine

Soffriggete a fuoco bassissimo l’aglio schiacciato o tagliato a lamelle sottili, aggiungete il concentrato di peperoni e cuocete per 40-50 minuti, senza alzare la fiamma, rimestando di continuo, per evitare che il composto si attacchi al fondo.

Lasciate che l’olio di un bel colore rosso ambrato venga a galla, spegnete il fuoco e lasciate raffreddare, poi filtrate con un canovaccio e imbottigliate.

Procedimento:

  • Lavate e spazzolate le cozze per eliminare le incrostazioni e privatele del bisso, mettetele in un tegame munito di coperchio e lasciate che si schiudano sul fuoco a fiamma alta;
  • Con l’aiuto di una schiumarola sistemate le cozze in una ciotola e filtrate il liquido con un colino;
  • In un tegame piuttosto ampio fate dorare gli spicchi di aglio tritati con l’olio evo, aggiungete le cozze con il loro liquido e cuocete per pochi minuti;
  • Cospargete con prezzemolo tritato e servite le cozze accompagnandole con pezzi di freselle e l’olio piccante.

NOTE

  • Se preferite la ricetta con il pomodoro aggiungete i pelati nell’olio, prima delle cozze e cuocete la salsa per circa 20 minuti.
  • Se non vi piacciono le cozze, potete scegliere altri frutti di mare a vostro piacimento: andranno bene vongole, telline e noci di mare.
  • Potete acquistare la conserva piccante di peperoni presso tutti i negozi che vendono baccalà.

La Cuoca Galante – Food blogger Napoli

Tendenze culinarie, cucina gourmet e food news per una raffinata cucina prêt à manger!

Ricette Correlate

Translate »